Circa nove anni fa mi trovai in una situazione molto difficile, la mia vita era un disastro e avevo appena chiuso con la mia ex, ero disperato perché avevo posto tutta la mia fiducia in una relazione d'amore che avevo con questa ragazza. Ero immerso nel mio dolore ed era come se la casa che con fatica avevo costruito in ogni suo minimo dettaglio fosse letteralmente crollata. Ero disperato.. Che fare? Avevo da circa 10 mesi intrapreso la lettura di un libro che di li a poco avrebbe cambiato la mia vita: la Bibbia, la Parola di Dio. Quella notte di tristezza ed amarezza stavo leggendo un salmo e il mio occhio cadde sulla figura del misero che affondato in una fossa chiede aiuto a Dio, invoca la sua salvezza, circondato da mille trappole e nemici, incapace di trovare un modo per uscire dal quella situazione. Ero io, era la mia vita, erano le mie parole quelle che leggevo in quel libro. Così decisi di arrendermi a Dio, di gettare la spugna e riconoscere il mio peccato, che tutto ciò che avevo costruito sino ad allora era crollato, era letteralmente caduto in rovina e non mi restava altro che invocare Dio. Chiesi a Dio che se realmente esistesse, di entrare nella mia vita, di salvarmi e di portarmi fuori da quella situazione di disperazione. Il pianto e il dolore certo non sparirono ma fu proprio allora che consegnai definitivamente la mia vita a Gesù. Tempo dopo mi accrosi osservando la mia vita quotidiana, che qualcosa era cambiato, che qualcuno era entrato nella mia vita e quel qualcuno era Gesù!